SI TE GRATA QVIES ET PRIMAM SOMNVS IN HORAM DELECTAT,
SI TE PVLVIS STREPITVSQUE ROTARVM, SI LAEDIT CAVPONA,
FERENTINVM IRE IVBEBO;
NAM NEQVE DIVITIBVS CONTINGVNT GAVDIA SOLIS …
(Orazio – Epistularum Liber I, 17, vv. 6-9)
SI TE GRATA QVIES ET PRIMAM SOMNVS IN HORAM DELECTAT,
SI TE PVLVIS STREPITVSQUE ROTARVM, SI LAEDIT CAVPONA,
FERENTINVM IRE IVBEBO;
NAM NEQVE DIVITIBVS CONTINGVNT GAVDIA SOLIS …
(Orazio – Epistularum Liber I, 17, vv. 6-9)

Alessandro Angelini (1820-1885)

Alessandro Angelini
Nel febbraio 1849, l’Assemblea Costituente Romana, con il ciociaro Alessandro Angelini medico di Ferentino, dichiarava decaduto il potere temporale del Papa e l’instaurazione della Repubblica Romana. Alla Costituente, che avrebbe presentato il progetto di Costituzione repubblicana il 17 aprile 1849, parteciparono altri ciociari Domenico Diamanti, Luigi Marcocci e Filippo Turiziani, avvocati di Frosinone, Luigi Salvatori, giornalista di Frosinone, Sisto Vinciguerra, avvocato di Alatri, Ambrogio Leggeri di Anagni.