SI TE GRATA QVIES ET PRIMAM SOMNVS IN HORAM DELECTAT,
SI TE PVLVIS STREPITVSQUE ROTARVM, SI LAEDIT CAVPONA,
FERENTINVM IRE IVBEBO;
NAM NEQVE DIVITIBVS CONTINGVNT GAVDIA SOLIS …
(Orazio – Epistularum Liber I, 17, vv. 6-9)
SI TE GRATA QVIES ET PRIMAM SOMNVS IN HORAM DELECTAT,
SI TE PVLVIS STREPITVSQUE ROTARVM, SI LAEDIT CAVPONA,
FERENTINVM IRE IVBEBO;
NAM NEQVE DIVITIBVS CONTINGVNT GAVDIA SOLIS …
(Orazio – Epistularum Liber I, 17, vv. 6-9)

Porta San Francesco


Porta San Francesco
Caricamento della mappa in corso, attendere...

E’ situata tra tramontana e ponente; i suoi lati sono composti di quattro pietre per ciascuno e formano un piede diritto. Manca dell’architrave.
Al tempo dei Romani e sicuramente quando furono fatti gli altri restauri, venne ricoperta da una volta che si discerne alla più recente struttura. È munita di una torre e prende il nome dall’adiacente chiesa di San Francesco del XIII secolo.