Sant’ Agata


Dedicata alla martire siciliana Agata, trae le sue origini dal XIII secolo, come testimonia il campanile (non distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale che hanno invece quasi totalmente raso al suolo la chiesa). Ricostruita nel secondo dopoguerra, sorge nei pressi della porta omonima.
La chiesa attuale è stata ricostruita sulle rovine di una antichissima chiesa medioevale.
Essa custodì per diverso tempo le reliquie di Sant’ Ambrogio martire e quelle di S. Celestino V papa.

Vi sono particolarmente venerate un’ immagine del Crocifisso, opera lignea del 1669 opera di Fra Vincenzo Maria Pietrosanti di Bassiano e una dell’ Immacolata.
Sant' Agata

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Sant\' Agata 41.692023, 13.249974 Dedicata alla martire siciliana Agata, trae le sue origini dal XIII secolo, come testimonia il campanile (non distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale che hanno invece quasi totalmente raso al suolo la chiesa). Ricostruita nel secondo dopoguerra, sorge nei pressi della porta omonima. La chiesa attuale è stata ricostruita sulle rovine di una antichissima chiesa medioevale. Essa custodì per diverso tempo le reliquie di Sant\' Ambrogio martire e quelle di S. Celestino V papa. Vi sono particolarmente venerate un\' immagine del Crocifisso, opera lignea del 1669 opera di Fra Vincenzo Maria Pietrosanti di Bassiano e una dell\' Immacolata. (Indicazioni stradali)