Dove Siamo


Topografia Romana e Medievale

 

In periodo romano, dopo Costantino, il Lazio Meridionale assunse la definizione di Campagna – distinguendosi dalla Campagna Felix avente come capoluogo Capua – e la regione era ulteriormente suddivisa in Campagna e Marittima; la Campagna era percorsa dalla Via Latina che penetrava nella Campagna Felix confluendo nella Via Appia, principale arteria di scorrimento della Marittima. La regione Campagna corrispondeva, dunque, all’antico Latium; qui tra i monti Ernici, Lepini e Volsci ebbero luogo i primi insediamenti di notevoli dimensioni.

La storia delle suddette regioni scorse parallela per molti secoli, collegata alle vicende delle famiglie romane e del papato; infatti, proprio grazie all’importanza della Via Latina e dell’Appia come vie di raccordo, il Cristianesimo si diffuse molto rapidamente in queste aree.

Le vicende storiche che coinvolsero il rapporto tra Roma e la Campagna subirono un andamento vario nei secoli ed una certa autonomia dell’una dall’altra si venne configurando soprattutto a partire dal pontificato di Innocenzo III (1198-1216) che dal XIII secolo rese Ferentino capitale politica ed amministrativa della Campagna, essendo retta a comune come gli altri territori limitrofi.

La sua posizione nel territorio e la sua relazione con la rete viaria ha permesso alla città una preminenza nell’ambito dell’assetto regionale. E se da un lato la sua stessa posizione orografica ha facilitato anche saccheggi e devastazioni durante le guerre gotiche e le invasioni saracene, la situazione di Ferentino sulla Via Latina, la sua posizione di transito obbligato tra Roma e il sud, ha consentito anche diverse rinascite.
Tale situazione di privilegio rimase fino al periodo medievale quando il potere temporale ecclesiastico ebbe interessi maggiori in direzione delle regioni meridionali; dopo la parentesi avignonese ed il rientro del Papa a Roma l’asse politico iniziò a spostarsi sempre più verso il centro nord del Lazio e le terre percorse dalla Via Latina iniziarono una lenta ed inarrestabile decadenza.

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Dove siamo 41.697685, 13.257065 In periodo romano, dopo Costantino, il Lazio Meridionale assunse la definizione di Campagna \"distinguendosi dalla Campagna Felix avente come capoluogo Capua\" e la regione era ulteriormente suddivisa in Campagna e Marittima; la Campagna era percorsa dalla Via Latina che penetrava nella Campagna Felix confluendo nella Via Appia, principale arteria di scorrimento della Marittima. La regione Campagna corrispondeva, dunque, all\'antico Latium; qui tra i monti Ernici, Lepini e Volsci ebbero luogo i primi insediamenti di notevoli dimensioni.La storia delle suddette regioni scorse parallela per molti secoli, collegata alle vicende delle famiglie romane e del papato; infatti, proprio grazie all\'importanza della Via Latina e dell\'Appia come vie di raccordo, il Cristianesimo si diffuse molto rapidamente in queste aree.Le vicende storiche che coinvolsero il rapporto tra Roma e la Campagna subirono un andamento vario nei secoli ed una certa autonomia dell\'una dall\'altra si venne configurando soprattutto a partire dal pontificato di Innocenzo III (1198-1216) che dal XIII secolo rese Ferentino capitale politica ed amministrativa della Campagna, essendo retta a comune come gli altri territori limitrofi.La sua posizione nel territorio e la sua relazione con la rete viaria ha permesso alla città  una preminenza nell\'ambito dell\'assetto regionale. E se da un lato la sua stessa posizione orografica ha facilitato anche saccheggi e devastazioni durante le guerre gotiche e le invasioni saracene, la situazione di Ferentino sulla Via Latina, la sua posizione di transito obbligato tra Roma e il sud, ha consentito anche diverse rinascite. Tale situazione di privilegio rimase fino al periodo medievale quando il potere temporale ecclesiastico ebbe interessi maggiori in direzione delle regioni meridionali; dopo la parentesi avignonese ed il rientro del Papa a Roma l’asse politico iniziò a spostarsi sempre più verso il centro nord del Lazio e le terre percorse dalla Via Latina iniziarono una lenta ed inarrestabile decadenza. (Indicazioni stradali)