Pianta di Giacomo Bono fine del XIX secolo


mappabono
Tra le più antiche carte della città di Ferentino, insieme a quelle di T. Ashby, A. Bartoli, M. Candidi Dionigi e A. Fea, è da menzionare la pianta stesa alla fine del XIX sec. da Giacomo Bono. Si tratta non di una carta urbana nel senso moderno del termine ma di uno "schizzo" che schematizza la città rappresentandola sotto forma di tre anelli concentrici di mura, dall’acropoli in progressione fino al circuito murario esterno. La carta comprende l’indicazione dei resti antichi più significativi, tutti localizzati lungo le murature e le porte.