Festa del 1° Maggio


(Archivio Capitolare Cattedrale Ferentino: Libro III, pag. 190)

Al Rev.mo Mons. Enea Spennazzi Vescovo di Ferentino
Reverendissimo Fratello,
Il Capitolo e la Comunità di codesta città hanno richiesto che venga loro concessa la facoltà di celebrare la solita processione con le Reliquie di Sant’Ambrogio martire al giorno primo Maggio, asserendo che la Signoria Vostra non poteva concederla senza il consenso della Sacra Congregazione. Questa Sacra Congregazione, purché non ci sia nulla in contrario alla celebrazione devota dei riti, rimette all’arbitrio della Signoria Vostra di soddisfare ai desideri dei richiedenti.
Con l’augurio di una vita sana e serena.
Fraternamente.
Roma, 24 Marzo 1657

               Giulio Card. Sacchetti

(Archivio Capitolare Cattedrale Ferentino: Libro III, pag. 190)

Al Rev.mo Mons. Enea Spennazzi Vescovo di Ferentino
Reverendissimo Fratello,
Il Capitolo e la Comunità di codesta città hanno richiesto che venga loro concessa la facoltà di celebrare la solita processione con le Reliquie di Sant’Ambrogio martire al giorno primo Maggio, asserendo che la Signoria Vostra non poteva concederla senza il consenso della Sacra Congregazione. Questa Sacra Congregazione, purché non ci sia nulla in contrario alla celebrazione devota dei riti, rimette all’arbitrio della Signoria Vostra di soddisfare ai desideri dei richiedenti.
Con l’augurio di una vita sana e serena.
Fraternamente.
Roma, 24 Marzo 1657

               Giulio Card. Sacchetti