La Fattucchiera


Le Carte
Credenze, pregiudizi, scongiuri e magie, ancora sono profondamente radicati e vivi nella nostra popolazione.
La loro persistenza attraverso i secoli, prova che essi ;devono attingere a un oscuro ineliminabile fondo dell’animo umano.
Sono, forse, avanzi di una mentalità primitiva che ha tutti i difetti ma anche tutti i vantaggi della primitività.
La maggior parte delle credenze e degli scongiuri hanno radici nella religione.
Le “fattucchiere” infatti, con rituali spesso misteriosi, fatti di gesti e preghiere, fondono in tutt’uno la religione e la superstizione.
Nella nostra città vi sono state e vi sono ancora delle persone che esercitano il mestiere di chiaroveggente, di combinare o scombinare matrimoni, di preparare filtri amorosi ed altro.
Altre “fattucchiere” hanno il potere, invece, di liberarci dai comuni mali che ci affliggono.
Ecco alcuni scongiuri:
 
CONTRA GLI MALU DU CORPU:

 
” Facci tre cruci cu chestu mani
Incima agli trippu du chistu cristianu
purché lu malu cu mo gli fà attorci
su vata a ponu ‘ncorpu agli porci.
Santa Maria arammori la fiara cu fa ‘ngennu
gli corpu a sta criatura i pu lu penu
cu patì gli Signoru facci passà lu malu e gli doloru “.
 

CONTRA LA RISIBULA

 
“Vattunu arretu risibula maledetta
vattu a ittà agli maru salatu
attripputu d’acqua, du rena i du salu
‘Nome della SS. Trinità
S. Giuvagni la teta sprufunnà.”
 

CONTRA LA PAURA

 
Paura, paura, col sole e con la luna
Cu lu cincucentu erba
Cu lu cincucentu messu
Du Natalu;
Je tu segni, Dio ti salvi (tre volte)
In nome della SS. Trinità
sta paura se ne vata
in santità
In nome della Vergine Maria
Sta paura se ne vata via.

fattucchiera
 
 
Emidio Affinati da “Arti e Mestieri di Ferentino di Ieri